"Un ambiente sano comporta un aumento della rendita del lavoratore, si produce di più e si crea un clima pro-attivo".Michele Mencarelli

Io credo che trovare una soluzione che avesse fatto al caso vostro sarebbe stata impresa dura se non si fosse presentata questa occasione, ma cosa vi ha portato a scegliere questo stabile?

Purtroppo in questa zona Jesi/Monsano non ci sono molte situazioni direzionali come questa, per lo più si trovano capannoni industriali che ovviamente non fanno al caso nostro. Stabili come questo li possiamo trovare ad Ancona nella zona della Baraccola; a Jesi avevamo trovato qualcosa ma lo spazio disponibile era poco, noi avevamo necessità di trovare un ambiente che ci desse in un futuro la possibilità di attingere ad altro spazio nel caso servisse. La scelta è ricaduta su questa sede prima di tutto perché era quasi pronta, non aveva bisogno di grandi lavori di ristrutturazione, era in ottimo stato e ben realizzata. Ma la luminosità è il suo punto forte, quando siamo entrati e abbiamo avuto modo di vedere come la luce illuminava lo stabile ha fatto sì che ci innamorassimo a prima vista.

Michele vorrei per un attimo ritornare a parlare della vecchia sede, vorrei paragonare l’inizio di MC ad una storia d’amore che ha avuto inizio in uno spazio che poi è stato sostituito, ma sicuramente avrà lasciato un ricordo particolare, indelebile che porterete sempre con te. Qual è? E me ne vorresti parlare?

Riccardo onestamente io non sono una persona che si lega alle cose materiali, ma alle persone, quindi la gioia mia è che qui siamo in un ambiente più confortevole e quindi non c’è nulla che mi faccia provare dispiacere nel lasciare la vecchia situazione. Noi questo inverno abbiamo girato moltissimo per valutare l’acquisto di un immobile, ma per me e Claudio il vero valore di MC sono le persone e il loro “Know-How”, abbiamo preferito una situazione intermedia, che potesse venire incontro alle esigenze di tutti. Il tipico imprenditore marchigiano tende a comprare uno stabile per renderlo di sua proprietà però mette in secondo piano il vero valore di un’attività: il suo personale. Ma tu mi chiedi un ricordo in particolare della vecchia sede, che dire, una cosa che ricordo era la percezione di avere un’azienda, quando entravo vedevo che il nostro personale lavorava autonomamente e che non erano più dipendenti da me mi ha riempito di orgoglio, perché evidentemente sono stato capace di trasmettere il mio saper fare. La cosa più bella per me di questo percorso, è stato quando la mia presenza non era più necessaria.

Mentre ti pongo le mie domande, intravedo molta soddisfazione, e questo mi porta a chiederti, che cosa ti fa sentire fiero di avere fatto questa scelta?

Allora, prima di tutto entrare la mattina in un ambiente così bello e luminoso già tira su di morale chiunque. Mi ricordo che quando entravo nella vecchia sede non ero assolutamente soddisfatto, perché capivo che non era una situazione buona e propositiva. Quindi è stato sempre un mio obbiettivo poter affrontare questo passo. Ciò che mi rende fiero è sicuramente aver dato modo ai nostri dipendenti di sentirsi al centro del nostro progetti, loro sono il fulcro ed il futuro di MC Energy, e senza di loro non saremmo nulla. Questo è stato anche un premio per loro che hanno sempre seguito il nostro modo di lavorare, credendoci fino in fondo.



Altri articoli